Cresta del Varòs: La seconda linea austriaca

Il Varòs è una sottile cresta rocciosa che si propaga verso nord dal crinale che unisce il Col Ombert al Colac.

Su questa cresta erano state collocate, a copertura della prima linea  allestita sulle creste di Costabella, alcune batterie austriache e la 6ª batteria da montagna del  Deutsche Alpenkorps che rinforzò nei primi mesi di guerra le deboli difese austriache.

Sulla cresta erbosa contrapposta, chiamata Prà di Contrin, e degradante verso l'omonima valle, erano stati eretti numerosi ricoveri e collocata una stazione radio del Corpo Alpino Tedesco.

ITINERARIO

Il Varòs può essere raggiunto dal passo San Nicolò, dirigendosi a sinistra lungo la cresta erbosa fino a raggiungere alcune caverne che ospitavano le  batterie austriache. Su tracce di sentiero, in parte franato, si possono percorrere i resti delle postazioni sul crinale seguendo le solite norme di prudenza e buon senso.

Un'alternativa remunerativa a questo itinerario può essere rappresentata dal sentiero 613-613B (Sentiero attrezzato "Lino Pederiva").
Il panoramico itinerario lungo la cresta erbosa sommitale si svolge in costante esposizione sui due lati e non pone difficoltà particolari, ma deve essere affrontato con attenzione in quanto la roccia basaltica e l'erba bagnata possono essere scivolosi nelle prime ore del mattino o in caso di umidità.
Quattro brevi tratti attrezzati aiutano a  superare alcuni passaggi maggiormente esposti a livello del Sass de Roces: non devono, comunque essere sottovalutati in quanto le conseguenze, in caso di caduta, possono essere serie. Si prosegue, poi, su terreno più facile fino a raggiungere i pascoli di Ciamp de Mez  e, successivamente, il Varòs.

Artiglieria austriaca sul Varòs (Coll. Paolo Migneco)

© Marco Barbieri - www.webmapp.it  Dati cartografici e condizioni d’uso

Informativa estesa sull’uso dei Cookie     /   Privacy

Batterie sul Varòs