Passo delle Selle

In prima linea…

La prima linea di difesa austriaca  posta a sbarramento della Valle San Pellegrino e, quindi, della Valle di Fassa, partiva da Cima Bocche, attraversava la valle a Fango e raggiungeva il sovrastante Passo de le Selle.

Nei primi mesi di guerra questa posizione strategica a cavallo tra la Valle San Pellegrino e la Valle San Nicolò, fu inizialmente presidiata dagli Standschützen, e venne rinforzata e presidiata da una forte guarnigione composta anche da truppe tedesche del Deutsche Alpenkorps e del  Königlich Bayerisches Schneeschuhbataillon.

Fino al novembre 1917, le truppe italiane tentarono ripetutamente di occupare stabilmente queste posizioni (Cima Costabella fu persa dagli austriaci il 4 marzo 1917 e rapidamente riconquistata il 16 dello stesso mese). 

Lo sfondamento di Caporetto (novembre 1917) e il ripiegamento delle truppe italiane sull’Isonzo segnò la cessazione delle operazioni belliche in questo settore.

​

ITINERARIO

Dal Passo San Pellegrino (m 1895) si imbocca il sentiero n° 604 che con costante pendenza percorre i pascoli della Campagnaccia.

Dopo circa un’ora di cammino, si attraversano le postazioni avanzate italiane; è possibile notare i numerosi crateri lasciati dalle granate, testimonianza della durezza dei combattimenti. 

Si affronta, quindi, il tratto più ripido del sentiero fino a raggiungere il Passo delle Selle (m 2530; rifugio). 

Le trincee, intervallate  da cunicoli e caverne sono facilmente e rapidamente raggiungibili dal rifugio ed illustrate da targhe esplicative (cautela! Roccia friabile).

Escursionisti muniti di piede fermo possono, inoltre, risalire il primo tratto del sentiero attrezzato Bepi Zac fino a raggiungere una postazione in quota che offre una visione panoramica dei trinceramenti.

L’itinerario può essere abbreviato di ~ mezz’ora utilizzando la seggiovia Costabella.

Il villaggio di baracche al Passo delle Selle

© Marco Barbieri - www.webmapp.it Dati cartografici e condizioni d’uso

 Passo delle Selle: Crocifisso eretto con i resti dei reticolati

 Particolare del Crocifisso: la frase è del Tenente Carlo Delcroix

 I resti dei camminamenti verso Cima Alochet

 Postazione di artiglieria

 Resti di baraccamenti

 L’imbocco delle trincee

 Resti dei baraccamenti del Deutsche Alpenkorps

 Postazione in caverna

 Ricovero in caverna

 Postazione blindata  sovrastante il Passo delle Selle

 Vista dalla postazione blindata  verso i pascoli della Campagnaccia

 Vista verso la catena di Bocche

 Resti di baracche

 Resti del muro a secco di una baracca

 Ricovero in caverna

 Vista dalle postazioni

 Panorama delle postazioni nei pressi del Rifugio Passo delle Selle

 Disegno delle postazioni austriache eseguito dal Capitano Andreoletti (Museo di Soméda)

 Verbale di ricognizione aerea sul Passo delle Selle (Mostra “La Gran Vera”)